Carlo Pignatelli firma gli abiti delle debuttanti della Venaria Reale

Domani, 5 novembre 2016, si terrà la 22esima edizione del Gran Ballo della Venaria Reale, alle porte della città di Torino. Per l’occasione, lo stilista Carlo Pignatelli, ha disegnato gli abiti che indosseranno le 42 debuttanti che faranno, per la prima volta, il loro ingresso in società.

Un’ampia e lunga gonna in organza sormontata da un candido bustino impreziosito da ricami brillanti, pizzi delicati e lavorazioni sartoriali uniche, come drappeggi e bastine. Il tutto in un color bianco avorio destinato a rendere ancora pià favoloso il ballo delle debuttanti, che saranno scortate dagli allievi ufficiali dell’Accademia Navale di Livorno e che, per la prima volta, in questa edizione, non arrivano solo dall’Italia, ma anche dagli Stati Uniti.

“Sono orgoglioso di contribuire alla felicità di queste ragazze con una creazione capace di rendere ancora più intenso ed emozionante questa occasione così importante: questi abiti sono il mio augurio per loro, di portare sempre la magia nella vita”

ha commentatto lo stilista torinese Carlo Pignatelli che, per la realizzazione degli abiti ha voluto enfatizzare l’atmosfera magica dell’evento.
Il Gran Ballo della Venaria unisce charity e high society in un evento ospitato alla Reggia della Venaria, alle porte di Torino. Si tratta di una manifestazione nata nel 1993 che, proprio grazie ai suoi nobili obiettivi, ha ottenuto numerosi e prestigiosi riconoscimenti dal presidente della Repubblica e dal presidente della Repubblica Austriaca.
Un evento solidale che si rinnova anche quest’anno con il sostegno dato a Telethon e al suo impegno a favore della ricerca delle malattie genetiche e rare che ha permesso nel corso degli anni di realizzare progetti importanti.
Farà gli onori di casa il giornalista e scrittore Alessandro Cecchi Paone. Tra gli ospiti attesi all’evento: l’attore Alex Belli e la moglie Katarina Ragnanova, Ariadna Romero e il compagno Pierpaolo Pretelli e la cantante Sara Galimberti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *